Cambia il mondo, cambia il modo di lavorare.

È una considerazione affrontata frequentemente, soprattutto negli ultimi due anni. La pandemia, l’evoluzione delle tecnologie e l’accelerata diffusione dello smart working hanno trasformato radicalmente il modo in cui lavoriamo e viviamo l’ufficio e – conseguentemente – la sua progettazione.

Quali sono i fattori chiave da considerare per approcciarsi in modo smart al futuro? Eccone alcuni.

1.   Forza lavoro più fluida

L’ufficio che guarda al futuro è quello destinato al lavoro ibrido. Il lavoratore di oggi sente la necessità di svolgere le sue attività tanto da casa quanto in azienda, secondo un proprio calendario condiviso con i colleghi.

Gli spazi dell’ufficio devono quindi essere flessibili e ri-progettabili in tempo breve, per far fronte a flussi diversi di persone in base al giorno e all’ora della settimana. Le workstation devono essere adattabili a più persone ed esigenze, dando attenzione al benessere. Le scrivanie sit-stand rappresentano uno degli esempi di ciò che l’active design può fare per migliorare la salute, dando la possibilità di lavorare seduti o in piedi.

2.   Attenzione alla sostenibilità

Progettare un ufficio sostenibile significa soddisfare oggi i bisogni e le esigenze della generazione attuale, senza compromettere le opportunità delle generazioni future. Il design sostenibile non è un concetto futuristico ma una realtà già presente in molti luoghi di lavoro. Le aree d’intervento di un ufficio sostenibile riguardano la climatizzazione, l’illuminazione, la ventilazione, gli impianti idraulici ad alta efficienza e l’utilizzo di materiali di riciclo per l’arredamento. Secondo uno studio di M Moser, una progettazione accurata degli uffici permette di risparmiare tra il 20% e il 40%, tenendo in considerazione solo gli aspetti del riscaldamento e della climatizzazione. La sostenibilità avrà quindi sempre più importanza per le regolamentazioni a livello governativo, l’immagine dell’azienda e il risparmio energetico. Per l’interior design, scegliere dei materiali naturali rappresenta invece una delle migliori soluzioni per garantire la salubrità e favorire il benessere psico-fisico delle persone.

3.   Tecnologia più avanzata

Un computer, un telefono e una connessione wireless non sono più sufficienti. L’ufficio deve prevedere molto di più, come stazioni di ricarica veloci in ogni stanza, possibilità di accedere a ogni file e attività in cloud, software in grado di prenotare sale riunioni o aree comuni direttamente dallo smartphone e grandi ledwall per le videocall.

Ufficio-futuro-Frezza-AFINA

4.   Spazi collaborativi e dedicati al relax

È necessario ripensare il layout degli uffici e prevedere nuove aree comunitarie e spazi informali. Non sono spazi esclusivamente pensati per lavorare, ma vere aree lounge dedicate alla collaborazione, al benessere e allo svago, dotate di arredamento specifico, di sedute adatte  e di tutti i servizi che vengono forniti in un locale pubblico (come la hall di un albergo).

È facile comprendere come attraverso modelli di lavoro ibridi, l’ufficio sarà sempre più tecnologico, modellato da spazi fluidi e flessibili che sapranno creare connessioni umane e promuovere benessere, il tutto nel pieno rispetto dell’ambiente circostante.

2 Commenti

  • architetto Massimo Tacconi
    Posted Maggio 2, 2022 12:52 pm

    Molto interessante
    Sono proposte che stiamo affrontando con i nostri clienti anche per chi come la mia azienda si occupa di arredo per ufficio e collettività essenzialmente in provincia dove gran parte dei nostri clienti sono aziende manifatturiere e enti locali di dimensioni piccole o medie.

    Cerchiamo inoltre di inserire anche in queste piccole realità spazi condivisi più attuali con una particolare attenzione anche allo spazio dedicato alla sosta per pranzo o comunque area break tornato spesso all’interno dell’azienda dopo un periodo di utilizzo di location esterne all’azienda.

    • Redazione Frezza
      Posted Maggio 3, 2022 7:01 am

      Buongiorno Arch. Tacconi,
      la ringraziamo per il suo commento! Siamo perfettamente d’accordo con Lei: l’ufficio del futuro non dev’essere una prerogativa delle grandi aziende, ma una linea guida anche per le piccole e medie imprese.
      L’attenzione che dedicate è sicuramente un ottimo punto di partenza per futuri progetti di successo!

Lascia un commento

Rimani aggiornato su tutte le novità, iscriviti alla nostra newsletter!

Rimani aggiornato su tutte le novità, iscriviti alla nostra newsletter!