La transizione al workplace ibrido o al lavoro 100% in remoto è una tendenza in continua ascesa: quella che sembrava essere una necessità in tempi di pandemia è ora una concreta realtà.

I benefici sono molti, certo, soprattutto in termini di costi e di benessere psicofisico del lavoratore. Come sempre, però, non manca l’altro lato della medaglia: come mantenere attivi e coinvolti i collaboratori?

Tra queste pagine abbiamo già parlato di lavoro in remoto e spirito di squadra, come anche di fiducia nei team virtuali. Nell’approfondimento di oggi spostiamo il punto di vista dal lato del manager, con alcuni consigli per migliorare il coinvolgimento dei singoli membri del team.

1.   Effettua check-in costanti

Far sentire la propria presenza non significa passare al micromanaging, fonte (quasi sempre) di stress. Organizza piuttosto riunioni 1 a 1 regolari, nelle quali discutere il carico di lavoro, l’evoluzione delle skill personali e le performance dell’ultimo periodo.

2.   Usa una comunicazione bidirezionale

Parla, chiedi, ascolta: l’approccio rigidamente gerarchico non funziona più, soprattutto nei team in remoto. Richiedi feedback ai tuoi collaboratori, per migliorare i processi di lavoro e il modo in cui le persone vivono la cultura aziendale.

3.   Valorizza (chi se lo merita)

Abbiamo tutti bisogno di sentirci apprezzati e di avere un riscontro sul lavoro svolto. Secondo Forbes una delle ragioni che spingono le persone a licenziarsi è proprio il sentirsi ignorati o poco valorizzati da manager e imprenditori.

Cerca di dare sempre il feedback positivo ai collaboratori che si sono distinti nelle loro attività, indipendentemente da quanto insignificanti possano sembrare.

4.   Fai fluire le informazioni

Tante comunicazioni avvengono in modo naturale, magari alla macchinetta del caffè o in reception all’arrivo in ufficio: in quanto manager, dovrai essere il messaggero delle stesse per chi non si trova fisicamente nello stesso edificio. In questo modo eviterai che alcune persone si possano sentire escluse e perdano fiducia nei confronti degli altri.

5.   Supporta le nuove leve

Renditi disponibile verso i nuovi collaboratori, per aiutarli a integrarsi nel più breve tempo possibile al resto del tuo team.

6.   Sii flessibile

Se la tua azienda permette il lavoro agile, cerca di coinvolgere tutti i membri del gruppo prima di programmare riunioni o incontri dal vivo.

7.   Non dimenticare il team building

Se possibile, organizza attività di gruppo che includano anche i lavoratori in remoto. Per trovare quella più adatta al tuo gruppo chiedi suggerimenti ai diretti interessati: aumenterai lo spirito di squadra, con la sicurezza di scegliere la giusta attività.

8.   Assicurati che tutti abbiano gli strumenti necessari

L’ultimo punto è il più importante dell’intera lista, fondamentale non solo in termini di coinvolgimento, ma anche di produttività. Hardware, software, smartphone, incentivi per una connessione internet ottimale: tutti i tuoi collaboratori devono avere a disposizione il necessario per lavorare efficientemente, come se fossero in ufficio.

Lascia un commento

Rimani aggiornato su tutte le novità, iscriviti alla nostra newsletter!

Rimani aggiornato su tutte le novità, iscriviti alla nostra newsletter!