Siamo in via Russoli 6, nella zona sud-est di Milano. Un’area dove si respirano design, cultura e creatività. Nelle vicinanze troviamo l’Università IULM e il complesso The Sign, recente recupero di un sito industriale degli anni ’50, sempre a cura di Progetto CMR.

Il nostro tour virtuale ha come meta i nuovi headquarters della celebre azienda di progettazione integrata milanese, inaugurati a settembre 2019.

Un progetto concepito per diventare la “Casa Italiana dell’Architettura”, un luogo che potesse “rappresentare il modo di lavorare e il pensiero professionale” della società, come ha dichiarato in una recente intervista l’A.D. Massimo Roj, fondatore di Progetto CMR.

Un approccio ecofriendly

Il progetto è stato concepito per ottenere lo standard LEED, che certifica gli edifici ecosostenibili. Gli impianti e le strutture sono stati ristrutturati per ridurre i consumi energetici e le emissioni C02, anche attraverso una gestione più efficiente di ventilazione e climatizzazione.

Questione di stile

I nuovi headquarters di Progetto CMR sono il sogno di tutti gli amanti della musica rock: i personaggi chiave di questo genere musicale popolano le pareti dei sei semipiani. È l’opera stilizzata dell’architetto e artista Sergio D’Antonio: un fil rouge che avvolge l’intero edificio.

Spazi dedicati, smart working e flessibilità

L’azienda moderna guarda al futuro, che in molti casi è già qui. Pensiamo ai nomadi digitali, all’agile working, ai team che da sempre lavorano in remoto a migliaia di chilometri di distanza.

Gli uffici di Progetto CMR sono stati progettati per permettere una flessibilità assoluta degli spazi e delle workstation: postazioni fisse e ad altezza regolabile, aree insonorizzate, contenitori lockers in cui riporre i propri effetti personali, acoustic booth per privacy.

Gli arredi, durevoli nel tempo, riflettono l’esigenza di un luogo di lavoro che si trasformi in base al progetto in corso, secondo i bisogni di ogni collaboratore. La varietà di colori e la combinazione dei vari modelli della seduta YO di Emmegi, disegnata da Progetto CMR, hanno trovato una giusta collocazione all’interno dei diversi ambienti rock, passando dagli sgabelli con scocca in multistrato e struttura in acciaio tubolare verniciato giallo della zona Canteen, alle comode ed eleganti sedute rivestite in tessuto, adatte ad aree collaborative. Yo è una seduta versatile e multifunzionale, dalla linea sinuosa e leggera.

Per alcuni ambienti più funzionali ed operativi, sono state scelte scrivanie della collezione be1, disegnata da Progetto CMR. Per questi tavoli, l’organizzazione efficiente dello spazio di lavoro individuale, è stata ottimizzata ed integrata di accessori e complementi, quali cassetti appesi sottopiano, vani portaoggetti, bracci porta monitor.

Rimani aggiornato su tutte le novità, iscriviti alla nostra newsletter!

Rimani aggiornato su tutte le novità, iscriviti alla nostra newsletter!